Prisca Carletti

BLOG
Le 7 (+1 Bonus) Caratteristiche del Leader Moderno
Prisca Carletti
10/11/2015
Categoria: Leadership

Ciao! Oggi voglio parlarti di quali sono le caratteristiche che oggi devi sviluppare se vuoi diventare un Leader di successi, ma prima permettimi di fare un punto della situazione su chi è veramente un Leader ai giorni nostri.

Chi è un Leader?

Prima di partire e scoprire le 7 Qualità del Leader Moderno è importante chiarire chi è veramente un Leader.

La parola Leader deriva dal verbo inglese to lead, letteralmente guidare, ovvero colui che guida, non un auto ma bensì altre persone e se stesso. :)

Differenze tra passato e presente: Leader Autoritario e Leader Moderno

Chi è il Leader Autoritario?

In passato la parola Leader veniva accostata ad un gruppo molto ristretto di persone che detenevano il "potere", come uomini politici o grandi capitani militari.

Spesso queste persone utilizzavano la cosiddetta Leadership Autoritaria, ovvero basata sugli ordini e sulle punizioni esemplari per chi non li rispettava.
Questa tipologia di Leadership ruotava completamente attorno alla paura delle persone.

Il Leader era quindi il capo brutale che trattava i suoi sottoposti come servi.

Per ritrovare questo stile di Leadership non serve andare molto indietro nel tempo, basta che ripensi un attimo ai tuoi professori (o a quelli dei tuoi genitori).

Che figura vedi?

Una figura che per farsi seguire dagli alunni utilizzava la bacchetta contro chiunque non seguiva la lezione o manifestava pareri contrari, il tipico stile della Leadership Autoritaria.

So per certo che se nel mondo di oggi provi ad utilizzare questo vecchio stile di Leadership non sei più seguito dalle persone, anzi probabilmente otterrai l'effetto contrario finendo per essere emarginato.

Nonostante questo in alcuni ambienti ancora sopravvive questa tipologia di Leadership.

Chi è il Leader Moderno?

Nel mondo d'oggi le persone si sono evolute e non sono più disposte a subire un approccio come quello tipico della Leadership Autoritaria.

Pensaci un attimo, tu come reagiresti a quel tipo di approccio?

Ecco appunto, quindi anche la maggior parte delle altre persone reagirebbe proprio come te!

Il Leader Moderno è quindi colui che sa gestire al meglio se stesso, i proprio stati d'animo, è capace di creare buone relazioni intorno a sé e riesce a vivere con equilibrio i ruoli che ricopre nella sua vita.

Le 7 (+1 BONUS) Qualità Segrete del Leader Moderno
Fatta questa doverosa premessa andiamo ora a vedere quali sono le 7 caratteristiche del Leader Moderno:

  • E' Leader di se stesso e guida con l'esempio
  • Non smette mai di imparare e mette in pratica subito ciò che impara
  • Ha un atteggiamento mentale produttivo e potere decisionale
  • Utilizza una comunicazione efficace e persuasiva
  • Gestisce e ottimizza il tempo
  • E' camaleontico: si adatta alle situazioni (ambiente) e alle persone
  • Gestisce le sue emozioni

Andiamo ora a vedere nel dettaglio una a una le caratteristiche.

#1 E' Leader di se stesso e guida con l'esempio
Se non riesci a guidare te stesso come puoi pretendere di guidare altre persone?
Se non riesci a raggiungere i tuoi risultati (personali o professionali) come puoi aiutare altre persone a raggiungerli?
Se finisci nel trabocchetto del "predica bene e razzola male" ovvero che con le parole sei veramente forte, ma con i fatti dimostri tutt'altro sarà veramente difficile che qualcuno ti riconosca come un Leader, al massimo potrai essere riconosciuto come un ipocrita.
Per diventare Leader di altre persone è fondamentale che tu sviluppi prima la tua Leadership personale, ovvero che quel che fai sia perfettamente in linea con quello che dici.
La conseguenza è quella che il Leader guida con l'esempio.
No, "l'esempio" non è un nuovo motorino. Eheheh
Guidare con l'esempio significa dar seguito alle parole con fatti concreti che sono congruenti alle parole dette.
E' improbabile che tuo figlio smetta di fumare se mentre gli urli di farlo hai una sigaretta in bocca non credi?
Oppure, se chiedi ad un collaboratore di essere preciso e chiaro quando ti invia delle mail o dei report settimanali e quando sei tu ad inviarli a lui non si capisce nulla, come puoi pretendere che lui faccia meglio?
Guidare con l'esempio è alla base della Leadership moderna e molte persone pur sapendolo non mettono in pratica questo semplice principio, anzi spesso le persone pretendono che gli altri facciano le cose giuste mentre loro continuano a perseverare nei loro comportamenti sbagliati.
Conosci qualcuno che si comporta così?


#2 Non smette mai di imparare e mette in pratica subito ciò che impara
Altro punto su cui focalizzarsi.
Se hai già fatto letture sulla leadership o sulla crescita personale ti sarai già trovato di fronte a questo concetto, i Leader non smettono mai di imparare.
Ed è proprio così, solo che spesso mi è capitato di trovarmi di fronte a persone che avevano una miriade di conoscenze, ma poi nella realtà dei fatti non sapevano fare e non combinavano un bel niente.
Ho così deciso di aggiungere questa seconda parte: "e mette in pratica subito ciò che impara".
Se hai fatto un qualsiasi sport, o hai un qualsiasi hobby, ti sarai già reso conto che subito dopo la parte teorica, l'allenatore o l'insegnante ti fa sperimentare quello che è stato spiegato (o almeno così dovrebbe essere!).
Questo perché la conoscenza fine a se stessa è del tutto inutile.
Se fai un corso di cucina, è inutile conoscere tutte le ricette del mondo se non ti sperimenti mai nel preparare un piatto, finché non metterai in pratica quello che hai appreso teoricamente non riuscirai ad acquisire l'abilità.
E' così in ogni ambito della vita.


#3 Ha un atteggiamento mentale produttivo
E' sì, finché continui a pensare che ci sia una congiura contro di te, o che l'universo sta facendo in modo che tu fallisca, non otterrai grandi risultati.
Il Leader fa tesoro di ogni esperienza, sia quelle positive, sia quelle negative e trova sempre almeno un insegnamento che aumenti il suo bagaglio d'esperienza.
Quando c'è un problema non si fa domande del tipo: "Ma perché proprio a me?" oppure "Cosa ho fatto di male?", ma bensì si pone domande decisamente più potenzianti che lo aiutano ad uscire dal problema come: "Cosa posso fare per uscire da questa situazione?" oppure "Come posso risolvere questo problema?"
Tu che domande ti poni di fronte ai problemi?


#4 Potere decisionale e sicurezza
Ci sono persone che anche nelle scelte più semplici come cosa ordinare al ristorante vanno in confusione e ci impiagano una marea di tempo, tanto che spesso gli amici si spazientiscono.
Queste sono le persone che per scegliere cosa mettersi al mattino devono svegliarsi un'ora prima del previsto e nonostante tutto fanno comunque tardi, perché se non avessero un orario da rispettare, sarebbero ancora lì senza riuscire a decidersi.
Se sei tra queste persone ti consiglio di porre la tua attenzione subito su questo aspetto.
Tranquillo anch'io ero così, ma con un po' di sforzo si può migliorare.
Ma che male c'è se ci metto un po' a decidere come vestirmi?
Assolutamente nulla di male, non ti sto consigliando di andare al lavoro in costume e in spiaggia con giacca e cravatta sia chiaro!
Solo che se riesci ad essere un po' sincero con te stesso, riuscirai a capire se il tempo che impieghi per una decisione è quello giusto oppure no.
Se prima di vestirti rifletti su dove andrai e ti metti qualcosa di adeguato al posto, perfetto è tutto ok, ma se ti cambi quattro volte prima di uscire di casa e questa cosa capita spesso (tutte le mattine), ecco allora c'è qualcosa da rivedere.
Ma perché insisti tanto con questo potere decisionale?
Domanda azzeccata!
Riflettici un attimo, se quando ti trovi di fronte a scelte "facili" vai in difficoltà, cosa succederà quando ti troverai a dover scegliere qualcosa di veramente importante?
Se domani ti offrono un nuovo lavoro ma devi cambiare città, oppure se tua moglie ti chiede di avere un figlio, oppure se un collega ti chiede di iniziare una nuova attività insieme e tu non sei abituato a decidere, cosa succederà?
Succederà che inizierai a rimandare quella decisione, finché non ti ritroverai con le spalle al muro e il non decidere diventerà più doloroso del decidere.
A volte però quando ti ritroverai costretto a decidere, il rapporto sarà già compromesso o l'opportunità sarà già persa.
Allenandoti a decidere velocemente nelle piccole scelte di tutti i giorni svilupperai pian piano il "muscolo decisionale".
Questo non significa che poi quando ci saranno scelte importanti sarà tutto facile, ma sicuramente sarai più preparato e le gestirai al meglio.


#5 Utilizza una comunicazione efficace e persuasiva
Fin da piccoli ci hanno insegnato che la comunicazione è importante, ma nella realtà dei fatti nessuno ci ha mai insegnato a comunicare.
La comunicazione è una transazione, che si compone di dare e avere, prevede uno scambio.
Prevede una parte dove si parla e una parte dove si ascolta.
Comunicare (o comunicare in maniera efficace) non significa parlare all'infinito, ma bensì assicurarti che il messaggio che vuoi trasmettere sia arrivato (corretto) al tuo interlocutore.
Essere persuasivi significa riuscire ad ottenere qualcosa dall'interlocutore.
Non spaventarti ti prego! Vedo già la tua faccia! Non voglio dire che devi fregare le persone.
Immagina un genitore che persuade suo figlio affinché non si droghi, c'è qualcosa di male? Spero che sarai d'accordo con me che fa molto bene.
Essere persuasivi è di per sé un qualcosa di neutro, è l'uso che ne fai che determina il risultato. Finché sarai persuasivo per il tuo bene e per quello del tuo interlocutore tutto ok!

#6 Gestisce e ottimizza il suo tempo
In un giorno ci sono 24 ore, composte da 60 minuti, composti da 60 secondi.
Il tempo è l'unica vera risorsa uguale per tutti.
Nessuno può aumentare le ore del giorno, eppure ci sono persone che riescono a fare tante di quelle cose che a volte sembrano avere più tempo.
Ma è così? Ovviamente no, semplicemente hanno imparato a gestire al meglio il loro tempo, hanno imparato a programmarsi per priorità, ovvero per importanza di impegni.
Nel momento in cui organizzi la tua giornata per priorità, inizierai a lasciar andare tutto quello che prosciuga il tuo tempo e ti renderai conto di quante cose in più puoi fare.


#7 E' camaleontico: sia adatta alle situazioni (ambiente) e alle persone
Nella società moderna non puoi più permetterti di adottare un stile uguale in tutte le situazioni.
Se vuoi sviluppare la tua Leadership devi imparare a rapportarti all'ambiente in cui ti trovi e alle persone con le quali interagisci.
Ogni persona è diversa dall'altra e capire il tuo interlocutore ti permette di farlo sentire a suo agio e di conseguenza di poter ottenere il meglio per te, per lui e per l'ambiente in cui ti trovi, sia che stiamo parlando di tuo figlio (persona) e della tua famiglia (ambiente), sia che stiamo parlando del tuo collega (persona) e di lavoro (ambiente).


#BONUS - Gestisce le sue emozioni
C'è un problema. La vita frenetica di oggi ci porta ad accumulare una quantità di tensione e stress tale che si finisce per perdere il controllo per nulla.
Conosci qualcuno (o magari capita anche a te) che già al mattino, trovando più traffico del solito nella strada per il lavoro, si innervosisce al punto che anche una volta arrivato a destinazione, risulta essere scorbutico e insopportabile, creando disagi anche a chi non c'entra nulla?
Conosci qualcuno che porta a casa questioni di lavoro e al lavoro questioni personali?
Ecco questo è il risultato di una pessima gestione delle proprie emozioni.
Attenzione! Ho parlato di gestione delle emozioni e non di controllo.
Apparentemente potrebbero sembrare la stessa cosa, ma ti assicuro che non è così.
Controllare le emozioni significa reprimerle, con la conseguenza che se ti abitui a reprimere quelle negative finirai inevitabilmente per reprimere anche quelle positive.
Gestire le emozioni significa sfruttarle a proprio vantaggio.
Ad esempio la rabbia, emozione negativa genera una quantità di energia spesso superiore alla norma, l'obiettivo della gestione emozionale è quello di sfruttare quell'energia a tuo vantaggio anziché mandare a quel paese chi ti capita a tiro.
Ora che conosci le qualità del Leader Moderno puoi fare un'autoanalisi e capire dove sei già a buon punto e dove invece mettere più attenzione e migliorare.
Se sei arrivato fino a qui voglio farti i miei complimenti, significa che fai parte di quel piccolo gruppo di persone (il 5% circa) che cercano di migliorarsi costantemente e che raggiungono i propri obiettivi.
Per avere altre informazioni gratuite seguimi sul blog www.ancona.programmafly.it
A presto!


comments powered by Disqus